BLOG DI BRUNO VERGANI

Radiografie appese a un filo, condivisione di un percorso artistico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

cinquanta, sessanta, novanta

Sabato, 07 Maggio 2011
Non so se ci sia differenza nel morire a cinquant’anni, sessanta, novanta o in questo momento. Se camperò in buona salute, accetterei di rimanere ancora vivo per un bel po’, negli anni a venire potrei aggiustare la serratura della porta quanto si rompe, lavare l’automobile, tagliare il prato, fare la spesa, seguire la prevedibile cronaca politica, leggere quello che mi piace, stare con chi mi piace, raccontare storie, ma per poterlo fare non sto lì a sottopormi ai dogmi medicali…

Dio?

Sabato, 07 Maggio 2011
In solitudine guardo una mia vecchia radiografia. In una radiografia si vede una persona in trasparenza. Si vede dentro, si vede tutto, eppure non c’è niente di particolare da vedere. Potrebbe essere quella di un cadavere. Potrebbe essere quella di un altro. I corpi, mio o tuo, vivo o morto, dentro sono tutti uguali. Anche i respiri sono tutti uguali. Qualcuno continua, qualcuno cessa, qualcuno inizia. Guardo una mia fotografia, avevo due anni, l’occhio era consapevole, come quello di una…

Deriva ontologica

Lunedì, 25 Aprile 2011
“Quando ci si mette insieme, perché lo facciamo? Per strappare agli amici – e se fosse possibile a tutto il mondo – il nulla in cui ogni uomo si trova.”Incipit del messaggio di Mons. Luigi Giussani per il XXV Pellegrinaggio a Loreto.Ad Amsterdam avevo incontrato un vecchio misantropo che viveva su un battello con dodici gatti. Preferiva i gatti agli uomini perché, a suo dire, gli volevano bene e non parlavano male di lui alle spalle. Quand’era giovane aveva scarsa…

Habemus Papam

Mercoledì, 20 Aprile 2011
“Habemus Papam!” I fedeli vorrebbero vederlo o almeno conoscerne il nome, ma lui non ha il coraggio di condurre un miliardo di cristiani e si nasconde; il coraggio se uno non ce l'ha mica se lo può dare, diceva don Abbondio. Il Papa è stato eletto ma non c’è, la folla dei fedeli radunata in piazza San Pietro scruta la loggia centrale: tende rosse su un fondo nero vuoto, un po’ Zen e musulmano insieme. Dio o qualcosa che gli…
Alfredo Robledo procuratore aggiunto di Milano riscontra 770 firme contraffatte nel listino bloccato «Per la Lombardia» di Roberto Formigoni e della lista «Berlusconi per Formigoni», gli indagati sono una decina. L’inchiesta era iniziata a seguito di un esposto presentato dai Radicali. Marco Cappato Deputato europeo della Lista Bonino, Coordinatore delle iniziative elettorali e referendarie dell’area radicale, oggi accusa: «Al di là delle responsabilità giudiziarie non c'è alcun dubbio su chi sia l'unico vero responsabile politico della truffa: Roberto Formigoni» Presunzione…

Adolescenza pagana

Giovedì, 14 Aprile 2011
Con la moto nel fine settimana partivo con la manetta del gas al massimo in direzione nord, verso le montagne, il posto degli déi. Costeggiavo il lago di Como e in tre ore ero in cima al passo dello Spluga. Rimanevo là solo a contemplare la natura un po’deluso, gli dèi che dalla pianura intravedevo sulla vetta raggiunta la cima erano spariti, allora li cercavo ancora sulla strada del ritorno, nel brivido di rifare il passo in discesa a velocità…

Infanzia pagana bis

Mercoledì, 13 Aprile 2011
Avevo forse sei annie in un giorno ventoso mi portarono a casa dei vicini. Stoffe nere attaccate alle pareti, sul letto una vecchia ferma con gli occhi chiusi e la faccia strana, faccia da donna che dorme da sempre. Qualcuno col pollice gli ha tirato all'insù una palpebra: l’occhio era fisso e biancastro. Non mi piaceva rimanere lì, ero sceso solo per la strada il cielo era terso e arrivava il vento freddo dalle montagne. Forse era quel vento che…

Infanzia pagana

Martedì, 12 Aprile 2011
Boschetti di robinie, lucertole, grilli, bande con le fionde. A cinque anni non mi piaceva tirare sassi ai nemici preferivo fare lo stregone, avevo un paio di assistenti il più capace l’avevo soprannominato “Ciulino”, l’avevo scelto perché catturava orbettini, piccole serpi lisce e quasi cieche, che infilava nel naso per farle uscire dalla bocca. Inseriva la testa nella narice, rapido il rettile penetrava l’orifizio equivocandolo per tana, Ciulino spalancava la bocca, si ficcava l’indice e il pollice in gola, faceva…

Cristianismo

Giovedì, 07 Aprile 2011
Siccome numerosi italiani avvertono l’urgenza d’avere un Creatore la Chiesa cattolica risponde loro offrendo un’istituzione che lo manifesti e rappresenti. Istituzione divina e nel contempo umana, un anfibio con una zampa nell'eterno e l'altra nella finitudine che consentirebbe al Creatore nascosto, eterno ed infinito, di manifestarsi nel mondo e nella storia. Per una minoranza dei cattolici italiani il rapporto con l’Istituzione è concreto e preciso. Altri fedeli vivono invece l’istituzione in modo vago, guardano il Papa al telegiornale delle 13…

New age

Mercoledì, 06 Aprile 2011
Frequentavo mistica esotica, chissà cosa pensava quella gente lì con gli occhi chiusi a meditare? Ascoltavano il respiro? Si sforzavano di non pensare? Quando vedevo qualcuno meditare con gli occhi chiusi e le gambe incrociate, un impulso mi suggeriva di avvicinarmi in silenzio per dargli, a freddo, un calcio nel culo. L’ho pensato più volte ma non l’ho mai fatto, chissà forse qualcuno si sarebbe “illuminato”. Preferivo leggere testi e pensare al meditare, per staccarmi da me stesso eseguivo lavori…
Terremoti, tsunami, guerre, esodi, “Segni dei Tempi”che mettono d’accordo un certo cattolicesimo di frangia conservatore e spiritualista con la magia pseudoscientifica della new age catastrofista ed apocalittica. Sufficiente un giro su Google per rendersi conto dell’impossibilità di distinguere nel merito messaggi veicolati per via medianica da “Angeli in astronave” devoti alla Dea Gaia, da quelli firmati dalla Madonna e trasmessi da Radio Maria. Ammonimento, pentimento, salvezza, punizione, purificazione, giudizio universale, castigo, fine del mondo, sono le parole d’ordine che indifferenti…

Ontologia

Martedì, 29 Marzo 2011
In termini puramente formali l’ontologia studia l’essere in quanto essere,ipotizza un “quid che è prima” generatore del pensiero, del soggetto e del sapere, origine e causa di ogni e di tutti i soggetti, pensieri e saperi. Così l’ontologia da formale diventa operativa e da un dogmatico primordiale “c’era una volta…” racconta la storia del mondo poi, come Dio, da il nome alle cose, inventaria l’esistente.Forse non è vero che l'essere racconta storie, sono gli uomini che le inventano.

Il fascino dell'orrore

Venerdì, 25 Marzo 2011
Ho un po’ di nostalgia di quando i figli erano piccoli e raccontavo storie, apprezzavano quelle dell’orrore, così ne inventavo ogni sera di nuove. Chiedevo di che grado preferissero l’orrore: “Piccolo, medio o terribile”. Optavano per il terribile. Iniziavo il racconto ignorando la storia, guidato da un suggeritore interno. Prima arrivava il titolo: “La dama bianca”; poi la storia: femmina di mezza età annegata in una cisterna, che la notte sotto forma di spettro, vagava nel giardino di casa nostra…

Lo spermatozoo sbronzo

Giovedì, 24 Marzo 2011
Quando qualcuno viene male, instabile e tormentato, di quelli che senza apparente motivo passano l’esistenza a star male e a far star male gli altri, la tradizione popolare insinua che, la notte del concepimento, il padre e la madre hanno alzato troppo il gomito. Venuto strano perché frutto d’ovuli e spermatozoi sbronzi. Quello invece venuto bene frutto, dunque, d’amore, consapevolezza e sobrietà? Indifferente ai detti popolari per fortuna le cose funzionano spontanee senza necessità d’intenzione, conoscenza e neppure d’ amore,…

Ordinamento normativo

Mercoledì, 23 Marzo 2011
In adolescenza quello che a scuola chiamavano cultura era per me una entità rarefatta, inutile, nemica. Detestavo i professori, li avvertivo estranei. In prima media una preside di ferro dirigeva la scuola. Nella mia classe i bidelli avevano trovato un paio di banchi rotti, la preside, era venuta ad interrogarci: “Chi è stato? Chi sa e non parla farà andare di mezzo tutta la classe, metterò una nota collettiva!”Tutti zitti. Ho sentito una voce uscire dallo stomaco che gli ha…

Il suggeritore interno

Martedì, 22 Marzo 2011
Ho chiuso il negozio in anticipo per andare alla fiera del paese. L’incasso della giornata l’ho messo nella tasca del cappotto arrotolato con un elastico, 375 euro. Nella ressa ho intravisto oppresso dalla folla, uno storpio, ma proprio storpio, con le mani alzate che implorava carità. Una voce interiore mi ha detto: “Dagli tutto!” Ho messo la mano nella tasca e gli ho dato il malloppo. L’operazione è stata fulminea, il mendicante non mi ha visto in faccia. Rapido mi…

Iddio inflaconato

Domenica, 20 Marzo 2011
Siccome faccio l’erborista, di tanto in tanto, conduco dei corsi di fitoterapia. Nel mio ambiente è frequente incontrare alternativi della “new age” che, sicuri di cosa dicono, parlano di “energia” delle piante. Chiedo: “Quanti watt?” e nessuno risponde. Nel lavoro seguo un approccio scientifico, quello appreso a scuola, so di alcaloidi, eterosidi, saponine e iridoidi niente di magico e neppure di trascendente, sono loro che fanno guarire o avvelenano, tutto qui. Anch’io da adolescente mi ero illuso di catturare l’energia…
Correzione di rotta della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo che con sentenza definitiva assolve lo Stato italiano. Occorrerà leggere le motivazioni della sentenza, ma qualcosa si può anticipare. A ben vedere nella sentenza di condanna di primo grado del 2009 il crocifisso non poteva essere esposto il luogo pubblico e scolastico, perché giudicato dalla Corte tanto pregno e potente di significato da condizionare l’educazione e violare il diritto di libertà. I “pro” crocifisso, invece di ringraziare, erano rimasti…

Mangiapreti

Mercoledì, 16 Marzo 2011
 Contestare dottrine è insidioso perché il dogma resta lì immobile, indifferente a qualsiasi confutazione,così chi tenta un approccio dialettico per invalidarlo attraverso il movimento dimostrativo, non avendo riscontro, rischia di perdere la pazienza. Nel momento preciso che perderà la testa, abbandonando il pensiero per abbracciare la reazione avrà perso: verrà, suo malgrado, legato, inghiottito proprio da quella dottrina che intendeva refutare; diventerà un apostata, piccolo satellite che esiste per contrapposizione, che gira intorno alla stella madre da lei illuminato. Ci…
Improbabile incontrare insegnanti di matematica o di termodinamica affetti da ansia educativa, loro non cercano proseliti, non intendono divulgare teorie all’umanità, non chiedono atti di fede. Democraticamente apprezzano suggerimenti e varianti ai loro enunciati anche se contestano gli assiomi da loro proposti, si sa i forti non hanno bisogno di gridare. La disciplina che tali educatori insegnano sta in piedi da sola: quando l’allievo sbaglia i numeri i conti non torneranno e se mal progetta l’impianto termodinamico non lo vedrà…

Senza frignare

Venerdì, 11 Marzo 2011
Oggi mi è morto il gatto. Non vorrei morire pregando una mamma celeste, non riesco ad immaginare modo più stupido per congedarmi dal mondo. Meglio il delirio di immaginare che Iddio sono io stesso? Meglio gli alcaloidi dell’oppio?Per non essere sbruffone nell’ultima messa in scena potrei ostentare un “io” impersonale, avulso dalla biografia. Non sarebbe poi male congedarmi in un mix monista neoplatonico, cristiano e anche induista; Plotino, Maestro Eckhart e Veda emulsionati nel mio apparato psicosomatico dalla morfina, se…

Credere che l'altro sappia

Giovedì, 10 Marzo 2011
Prima della crisi economica in atto, migliaia di piccoli risparmiatori, consapevoli della personale ignoranza in materia finanziaria, avevano affidato i lori sudati risparmi a professionisti del mercato finanziario, perché li giudicavano addetti ai lavori competenti, in grado di prevedere il futuro dei mercati. Guru forse capaci di leggere il pensiero, di interpretare le ambizioni che il risparmiatore intimante desiderava e non osava esternare, così si sono affidati a chi, credevano, potesse garantire custodia e crescita dei loro denari perché onnisciente.…

Dogma dell'erudizione

Mercoledì, 09 Marzo 2011
Anche i miscredenti ostentano i loro testi canonici, proprio come fanno i preti, se non li leggi ti scomunicano. Mi hanno indicato di leggere “La Recherche” di Proust. Più che un consiglio di lettura è stato un ordine, un’indicazione esistenziale, se non avessi letta avrei vissuto un’esistenza indegna, subumana. Mica ci credevo, però ho aperto il primo volume. Lette le prime duecento pagine delle tremila ho buttato il libro in un angolo del soggiorno, non valeva la pena dare un…

Copyright ©2012 brunovergani.it • Tutti i diritti riservati