BLOG DI BRUNO VERGANI

Radiografie appese a un filo, condivisione di un percorso artistico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

intellettuali

Lunedì, 28 Maggio 2012
Julián Carrón nella sua lettera pubblicata martedì 1 maggio su Repubblica invitava i ciellini alla sequela di don Giussani:«Chiediamo perdono se abbiamo recato danno alla memoria di don Giussani con la nostra superficialità e mancanza di sequela.»Luciano Violante scrive contrito: «Un richiamo che deve far riflettere tutti, anche noi politici.»Accolgo l'invito dello stimato commentatore. Rifletto e considero: se nella mia esistenza avessi onorato il richiamo a tanta profondità e sequela oggi sarei ancora lì a obbedire ad Alberto Perego (un…
Se si vive in campagna è proficuo, per il filosofo, accudire una trentina di gatti; siccome, di solito, campano meno degli uomini dopo un po’ qualcuno morirà e nel contempo qualcun altro nascerà. Ciclo che elargisce all'osservatore impressione di immortalità, però, per farne esperienza piena, è preferibile non dare nome ai felini. Quando il corpo del gatto invecchia e non risponde più, lui indifferente si sdraia sotto un cespuglio di lavanda e, mentre altri nascono, crepa. Anche gli uomini mediterranei…

brand management

Martedì, 22 Maggio 2012
Il valore percepito e il valore reale non sempre coincidono, nei profumi per uomo lo scostamento raggiunge il massimo grado: tranquille molecole di terpeni e fenoli attraverso tecniche di brand management si trasformano in fragranze onnipotenti. La saturazione semantica, allegorica e liturgica degli spot mira ad agganciare lo spettatore ad un "oltre" suggestivo, pura astrazione che per ragionieri di Arezzo e bancari di Caserta diventa realtà assoluta. Ogni mattina se lo spruzzano addosso e finalmente hanno sensazione d’esistere gloriosi. Il…

Brindisi 19 maggio

Sabato, 19 Maggio 2012
La Sacra Corona Unita non colpisce a capocchia. Vuole mettere qualcosa sotto i denti. Evita di inimicarsi il territorio. Questa è roba da idealista perverso o di idealisti perversi. Avevo scritto di uno di loro otto giorni fa nel racconto LA Cattedra e me lo sono trovato in azione vicino a casa.

Giardini mediterranei

Martedì, 15 Maggio 2012
Per realizzarli occorre vivere in zone temperate, negli ultimi decenni ne ho implementati alcuni, meglio farli a novembre così si evita di irrigare. Per un duecento metri quadri si acquistano da vivaisti 10 piante per specie di Salvia, Lavanda, Rosmarino, Lentisco e Terebinto che sono dei pistacchi selvatici, Echium, Timo capitatum e serpillo, Viburno e qualche Frassino ornello. Cisti vari, Elicriso italicum e la Phlomis herba venti non è facile trovarle dai vivaisti, piante troppo povere non meritevoli di mercato…

E così sia

Sabato, 05 Maggio 2012
Carrón scrive a Repubblica. Invita i ciellini alla purificazione nell’ emanciparsi da sé stessi per seguire Cristo nel Movimento. Gente speciale gli appartenenti al gruppo perché, ricorda Carrón, affascinati, segnati, plasmati in eterno nelle fibre dell’essere da Cristo stesso, traboccanti di lui. Nessuna incoerenza interna e ostilità esterna potrà mai fermare l’opera dei prescelti.Una lettera che non si capisce perché indirizzata alla piazza di Repubblica invece che ai ciellini. Osservatori laici plaudono a tanta esaltazione, mistero delle fede. Qualche ingenuo…
MEMORIE DI UN MEMORES COSÌ CL È DIVENTATA “AFFARI” Gianni Barbacetto Il Fatto Quodidiano, Milano 24 aprile 2012 Li ha visti da vicino, i ciellini e la loro élite, i Memores Domini. Perché Bruno Vergani era uno di loro. “Ho incontrato Comunione e liberazione a Carate Brianza, dove abitavo. Avevo 14-15 anni e sono entrato nel movimento. Ero felice: invece di avere due o tre amici, ne avevo trecento. Ma ho preso la cosa molto seriamente e qualche anno dopo…

Gentile Carla

Giovedì, 19 Aprile 2012
Carla Vites, moglie del ciellino Antonio Simone recentemente arrestato, scrive al Corriere della Sera. Gesto che rispetto e apprezzo nel metodo ma non nel merito, in una lettera rispondo in piazza. Gentile Carla,nella sua lettera al Corriere della Sera invita Comunione e Liberazione a «un sussulto di gelosia per la propria identità, per quello che Giussani pensava al momento della fondazione» e attacca Formigoni, a suo dire, traditore di amici e del pensiero del fondatore.Perplesso da santificazioni e condanne ritengo…

art. 21

Giovedì, 19 Aprile 2012
«Ogni ufelè al fa ul so mesté» vale solo per pasticceri, neurochirurghi e idraulici per tutto il resto è roba da inibiti. L'art. 21 della Costituzione stabilisce che: «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero…»Compresi nella fattispecie: bluffare del tuttologo, ammonimento del teologo, iperbole del filosofo teoretico, smargiassata del politico, bugia dell’ipocrita, stupidata dell’idiota, boutade del blogger. Tutti convinti, con Kant, dell’universalità della propria soggettività.

Gott mit uns

Lunedì, 16 Aprile 2012
Il processo penale imputando il criminale, sanzionandolo, ingrigliandolo nelle sbarre della cella e delle sistematizzazioni, tenta di rimarginare la ferita sociale procurata dal delitto. E’ iniziato il processo a Anders Behring Breivik, autore del doppio attacco terroristico di Oslo e dell’isola di Utoya, ma la giustizia dei codici penali sembra arrancare. L’imputato entra nel tribunale di Oslo e ostenta braccio destro teso e pugno chiuso ai familiari delle vittime poi, devoto e fiero, se lo mette al cuore. Aveva scritto…

Fondazione Maugeri

Domenica, 15 Aprile 2012
Associazione per delinquere, appropriazione indebita e riciclaggio? Tutt’altro. Quella è roba da codice penale valido per gli uomini, qui abbiamo a che fare con militanti in missione per conto di Dio. Un pugno di uomini scelti dall’Altissimo che tramite loro diventa corpo e storia: dall’al di là entra nell’al di qua per salvare il mondo dal nulla, nell’espandersi dell’organizzazione dei prescelti. E’ facile riconoscerli hanno tutti Jolly nel mazzo, comunque tirino vincono. Noioso l' happy end perpetuo, dopo un po'…

Grand’uomo pover’uomo

Venerdì, 13 Aprile 2012
Annuncio di nascita: «E’ nato Pinco Pallo il giorno 12 marzo alle ore 8»e ci si ferma lì.Si nasce immuni da predicato, da ciò che si dice del soggetto e non sarebbe male una esistenza che continui così, ma l’infezione è precoce. Imperversa già nel bambino che da soggetto sovrano non curante di attributi, insomma uomo, inizia ad infettarsi con aggettivi e ruoli che lo designano, qualificano e determinano. Cresciuto si farà chiamare avvocato, lo scriverà bello in grande sul…

Pulire il pollaio?

Mercoledì, 11 Aprile 2012
«Esiste una via che conduce alla libertà: i suoi punti fondamentali si chiamano: obbedienza, assiduità al lavoro, onestà, ordine, pulizia, sobrietà, gusto della verità, spirito di sacrificio […]». Non è il codice etico di un segretario di partito latrato da un palco bergamasco che mendica acclamazione dalla base delusa, ma la chiusa del regolamento per i detenuti nei lager nazisti. Nella gerarchia del peggio i marioli di certi partiti, nell'essere lì per perseguire profitto e piacere personali, manifestano qualcosa di…

Ineffabile stupore. Racconto

Martedì, 10 Aprile 2012
Per accertare se esistevo o non esistevo di tanto in tanto frequentavo cerimonie con nativi americani incontrati per caso. Con loro ingurgitavo nottetempo piante psicotrope attorno ad un fuoco. Alla fine della settima cerimonia lo sciamano, per premiarmi di tanta devozione, mi aveva regalato del Peyote secco, che avevo lasciato là, dimenticato nella credenza.Vicini di contrada avevano insistito per invitarmi ad un pellegrinaggio. Non avevo piacere, motivo e neppure interesse di alzarmi prima dell’alba per salire su un pullman che…

L'Arconte celeste

Sabato, 07 Aprile 2012
Talvolta qualche Ente statale mi complica l’imprendere, disturbi di sottofondo non meritevoli di suicidio. Da tanti anni conduco una erboristeria con laboratorio di produzione, raccolgo le piante e le trasformo per realizzare rimedi. Se gli utili calano l’imputato è il sottoscritto titolare che consapevole si attiva a intraprendere. Italia divisa: cittadini uccisi dall’Ente opposti ai furbi che se la godono benedetti dall'Ente, in una mostruosa progettazione e architettura del decorso storico decisa da un qualche Arconte celeste che nel mischiare…
Chi nel quotidiano vive la laicità ne conosce il significato per immediata evidenza, eppure quando intende definirla sa di avventurarsi in territori insidiosi.La laicità non è riducibile ad una negazione: chi non appartiene al clero religioso, ma anche professionale o partitico. Anche definirla in positivo è operazione delicata perché la laicità rigetta sistematizzazioni, aggettivi e avverbi, mal tollera anche i sostantivi e non sopporta attributi.Camminando sulle uova potremmo definirla così: la laicità è l’atto del pensare con la propria testa.…
In un singolare lavoro dei neurologi avevano analizzato l’opera di Fernando Pessoa [“Schwermut" e “Falso Sè” nell'opera di F. Pessoa"] analizzando e sistematizzando - come fanno i gastroenterologi per le ulcere duodenali – i suoi scritti al fine di diagnosticare eventuali nuclei psicopatologici. Il resoconto, pur consapevole delle insidie intrinsiche nell’affrontare il pensiero artistico con approccio medicale, nonostante i continui distinguo e precisazioni, assume risvolti comici e connotazioni clericali.E’ ragionevole chiedersi le conseguenze, per la cultura e il pensiero occidentale,…

Erna

Mercoledì, 21 Marzo 2012
Continuo a frequentare gente strana. Mi hanno invitato a scrivere guardando il dipinto "Erna con sigaretta" di Ernst Ludwig Kirchner. Funzionava ad alcol e nicotina ma era in riserva.Tutta colpa delle tiroide ipertrofica,della tiroide immacolata;della tiroide bastarda;della tiroide metafisica.Che gli aveva fatto sgonfiare le tette e ingrossare il fegato,fegato suino;fegato bastardo;fegato metafisico.Spettro e puttana più sana della mamma celeste,quella dei palloni aerostatici;quella delle alte sfere.Che strano: paradisi e fogne, prima o poi, si incontrano sempre.

Eclisse del Dio Unico

Mercoledì, 21 Marzo 2012
Il saggio di Parazzoli scaraventa in prima fila e senza preavviso in una pièce beckettiana: Iddio si sta liquefacendo, si scioglie per davvero, si scioglie tutto. Gli attori, immersi nel vuoto, girano ebeti su sé stessi e pucciano le scarpe nella pozzanghera. Non siamo a teatro e neppure spettatori, ma nella realtà e protagonisti: l’Occidente, dimenticate le narrazioni mitiche che l’avevano costituito, orfano del dio che si era inventato, vaga in un nichilismo epidermico, «la pappa del niente». Gente sveglia…
"Guardarsi negli occhi" in Google quasi sette milioni di risultati e siamo socialmente disastrati. Non è che sia proprio per quello?

o/o - e/e

Venerdì, 09 Marzo 2012
Fellini affermava che lui faceva film e gli altri (critici, psicanalisti, intellettuali, pubblico) glie li spiegavano. Dunque un realizzarsi della persona che attinge spontanea dal suo intimo indifferente al pensiero razionale. Neri Pollastri indica invece la personale realizzazione in direzione opposta: « Far sì che le persone filosifino è permettere che gli individui […] recuperino il loro senso di essere al mondo, la stima nelle possibilità di agirvi, la fiducia nelle loro stesse capacità di pensiero. Cercando la comprensione della…
Il ricco Philippe bianco e tetraplegico, assume come badante il povero Driss nero e pregiudicato, a dire di tutti - all’inizio della storia anche da Driss stesso - la persona meno indicata per quell’incarico. L’entourage di Philippe gli consiglia di licenziarlo, dalla sua sedia a rotelle risponde:«Quella gente è senza nessuna pietà. E io così li voglio, senza pietà.» Il film è tutto lì e non è poco. Ognuno dei due protagonisti vuole mettere qualcosa sotto i denti, nessuno ha…

Il Dio dei leghisti

Mercoledì, 29 Febbraio 2012
Raduno della Lega Nord. Umberto Bossi arringa il popolo bergamasco.«… Stavolta abbiamo subito anche il Presidente della Repubblica che è venuto a riempirci di tricolori sapendo bene che il tricolore non piace alla gente del nord…altro che democrazia!»Sotto il palco i militanti latrano compatti: «Vergogna!»Bossi : «Eh certo!»Pubblico : «Usciamo dall’Italia! Andiamocene via!»Bossi : «Mandiamo un saluto al Presidente della Repubblica!» E fa le corna. «D’altra parte nomen omen… si chiama napoletano… Oh no! Non sapevo che l’era un terùn!»I…

Copyright ©2012 brunovergani.it • Tutti i diritti riservati