BLOG DI BRUNO VERGANI

Radiografie appese a un filo, condivisione di un percorso artistico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Feconda bile nera

Martedì, 21 Maggio 2013
Quando il poeta guarisce dalla melanconia cessa di scrivere, se si azzardasse nel continuare elaborerebbe, sprovvisto di bile nera, saggi mediocri.

Il dito

Martedì, 14 Maggio 2013
Il copyright del dito indice pietrificato all’insù non appartiene al cristianesimo: aveva iniziato Platone e anche Nerone ne soffriva, poi frotte di pii hanno imitato. Meglio diffidare. Tutto sommato la storia dell’umano pensiero si divide in quelli con l’indice fisso all’insù e quelli che invece lo fanno fluttuare.

Individui e soggetti

Mercoledì, 10 Aprile 2013
I media mostrano masse di italiani che di fronte alle personali situazioni lavorative asfittiche e alla conseguente diffusa penuria vogliono e sperano in una soluzione risolutiva a cura del Governo. Sono invece convinto che la stragrande maggioranza degli italiani non equivoca la realtà con la fantasia e preferisce ogni giorno imprendere personalmente con pacata indifferenza alle ultime dichiarazioni del politico di turno. Non fanno notizia ma salvano tutti.

Responsabilità

Lunedì, 08 Aprile 2013
Disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita.» Ognuno autorizzato a affermarlo per sé stesso? Perché no. Se non io chi?Tutti in grado di intendere e volere.

E’ cambiato il paradigma

Martedì, 02 Aprile 2013
L’ uomo della nuova era non vota più i partiti ma sé stesso. Gira in autobus come il Papa, da lì col suo tablet governa il mondo con un click. Se lo contesti se la prende a male, immacolato per cittadinanza non è imputabile.

Enorme successo?

Giovedì, 14 Marzo 2013
Gli intrattenimenti imperversanti di Facebook e Twitter prova provata della lucidità di Leopardi: la condizione peculiare dell’uomo è la noia.Canto XXVIII A SE STESSO Or poserai per sempre,Stanco mio cor. Perì l'inganno estremo,Ch'eterno io mi credei. Perì. Ben sento,In noi di cari inganni,Non che la speme, il desiderio è spento.Posa per sempre. AssaiPalpitasti. Non val cosa nessunaI moti tuoi, nè di sospiri è degnaLa terra. Amaro e noiaLa vita, altro mai nulla; e fango è il mondo.T'acqueta omai. DisperaL'ultima volta.…

storia della scrittura

Sabato, 09 Febbraio 2013
e uno... e due... e tre! FINE

Asphodelus

Mercoledì, 06 Febbraio 2013
«L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e…

L'impostore

Venerdì, 01 Febbraio 2013
Studente che all’interrogazione spara a capocchia quello che non sa; negoziante che afferma l’assurdo per vendere un pezzo in più; giornalista che mente in pubblico per fedeltà alla linea editoriale;delinquente che dichiara il falso all’interrogatorio; politico che, in assoluta consapevolezza, dice falsità. Che espressione della faccia assumono in questo impostarsi impostore? Annotiamo tre versioni: 1 impacciata con voce impastocchiata;2 neutra (faccia come il culo);3 imperiosa con voce di tuono.L’ultima è la versione più fragile e comica.

Adorazione

Giovedì, 03 Gennaio 2013
Teilhard de Chardin pensando all’evoluzione dell’umanità scriveva: «E’ vicino il giorno in cui L’Umanità si accorgerà di trovarsi biologicamente posta fra il suicidio e l’adorazione.» Tutt’altro. L’evoluzione biologica non ha condotto a conflitto e altri dèi e suicidi si sono imposti. La certezza dopo aver conosciuto un salariato, oggi cadavere, che aveva scelto di lavorare in un reparto dannoso alla salute a fronte di emolumento di natura indennitaria tutto speso per immenso televisore Panasonic -di quelli che fan vedere la…

Masochismo

Domenica, 18 Novembre 2012
Quel pomeriggio doveva potare il pesco dietro casa, poi andare tre ore dal cognato per aiutarlo a tinteggiare il soggiorno ricompensato con 50 euro. Doveva anche leggere un libro di Bauman, lì mai aperto sul comodino da tre mesi, invece è andato in piazza e si è messo addosso un cartello con scritto sopra: “ESODATO” lì ha trasformato il personale desiderio di liberazione in repressione reale.

Epifania d'agosto

Sabato, 04 Agosto 2012
Percezione della realtà che oscilla tra routine e reattività poi all’improvviso un momento di grazia, epifanico. Il pensiero si riattiva rapido e potente e il sangue riprende a circolare nelle vene, l'occhio vede e tutto, o quasi, si chiarisce. Ieri alla festa mi sono intrattenuto con una ottantenne, mi ha raccontato di bombardamenti e fame, era una bambina e quello è stato il suo momento epifanico, da lì interpretava il mondo. Momento epifanico? Dove? Quando? Come? Se la grazia scarseggia…

Inutile ossessione

Mercoledì, 18 Luglio 2012
Andrebbe ben analizzata la contemporanea e difusa ossessione allo “star dietro”, quella senzazione di aver perso il treno quando ci sfugge l’ultima dichiarazione - quella di due minuti fa - del politico di turno, mentre tranquilli ignoriamo il pensiero di Alcuino di York, Bernardo di Chiaravalle, Pëtr Kropotkin…

E’ tempo

Sabato, 14 Luglio 2012
E’ tempo di riconoscere la realtà delle cose così come sono, l’idea di una realtà trascendente o comunque superiore è un’innaturale invenzione dell’uomo, un condizionamento sociale. Ricerca di senso bizzarra peculiarità di chi ha la pancia piena e si annoia, oppure è angosciato dai sensi di colpa o di vendetta. Esiste atteggiamento più intimamente sano e socialmente sovversivo di far cessare il desiderio di qualsiasi "oltre"? Occorre solo il coraggio della semplicità per essere qui ed ora. Nel presente basta…

non mi preoccupo

Mercoledì, 11 Luglio 2012
Dopo aver ingurgitato anguria urino di brutto senza conoscere l’ABC della nefrologia.

Errore

Sabato, 30 Giugno 2012
Faceva il consulente fiscale ed era già iniziato questo periodo difficile. Ogni due sabati ci incontravamo per programmare impresa, pensavamo e valutavamo ipotesi per il futuro. Un sabato d’estate non era più venuto perché all’ospedale. Un tumore l’ha ucciso in sei mesi. Nei nostri incontri mai avevamo valutato la possibilità dell’evento, né per me né per lui. Errore. Che strano: almanaccare l’idea della Morte con fantastiche escatologie ed eternità connesse inibisce, rallenta, paralizza, conduce in paludi, invece considerare e valutare…

Atto artistico

Sabato, 30 Giugno 2012
Questo momento qui. Tra un’ora non è più arte.

Traboccante/tracotante

Lunedì, 25 Giugno 2012
Ogni volta che qualcuno riferisce di traboccare grazia penso a idraulici e pozzi neri.

ipermercato

Lunedì, 25 Giugno 2012
Alla terza scaffalatura un cartello: “ANIMALERIA”. Sopra i ripiani ossa di plastica e cappottini antisole per cani. Il cartello era preciso-preciso, giusto-giusto: umana bestialità.

universalità

Giovedì, 31 Maggio 2012
L’ universalità non dipende dall’ampiezza di orizzonti spaziali ma da coraggio personale. I valorosi dicono del gatto di casa con valenze universali, le mezze seghe di macropolitica da provinciali.
Se si vive in campagna è proficuo, per il filosofo, accudire una trentina di gatti; siccome, di solito, campano meno degli uomini dopo un po’ qualcuno morirà e nel contempo qualcun altro nascerà. Ciclo che elargisce all'osservatore impressione di immortalità, però, per farne esperienza piena, è preferibile non dare nome ai felini. Quando il corpo del gatto invecchia e non risponde più, lui indifferente si sdraia sotto un cespuglio di lavanda e, mentre altri nascono, crepa. Anche gli uomini mediterranei…

art. 21

Giovedì, 19 Aprile 2012
«Ogni ufelè al fa ul so mesté» vale solo per pasticceri, neurochirurghi e idraulici per tutto il resto è roba da inibiti. L'art. 21 della Costituzione stabilisce che: «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero…»Compresi nella fattispecie: bluffare del tuttologo, ammonimento del teologo, iperbole del filosofo teoretico, smargiassata del politico, bugia dell’ipocrita, stupidata dell’idiota, boutade del blogger. Tutti convinti, con Kant, dell’universalità della propria soggettività.

L'Arconte celeste

Sabato, 07 Aprile 2012
Talvolta qualche Ente statale mi complica l’imprendere, disturbi di sottofondo non meritevoli di suicidio. Da tanti anni conduco una erboristeria con laboratorio di produzione, raccolgo le piante e le trasformo per realizzare rimedi. Se gli utili calano l’imputato è il sottoscritto titolare che consapevole si attiva a intraprendere. Italia divisa: cittadini uccisi dall’Ente opposti ai furbi che se la godono benedetti dall'Ente, in una mostruosa progettazione e architettura del decorso storico decisa da un qualche Arconte celeste che nel mischiare…

Copyright ©2012 brunovergani.it • Tutti i diritti riservati