BLOG DI BRUNO VERGANI

Radiografie appese a un filo, condivisione di un percorso artistico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 08 Ottobre 2018 15:44

Il dio amorale

Scritto da 

Ho pulito la roverella dalla fillirea che la soffocava e mi ha mostrato l’intreccio del suo tronco progettato per resistere al vento, più bello ed efficiente del ponte di Genova.

Non male il dio che l’ha fatto, peccato che con la stessa precisione realizza metastasi pediatriche.

 

 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 08 Ottobre 2018 15:57
Altro in questa categoria: « Il peccato originale

1 commento

  • Link al commento Pietro Lunedì, 15 Ottobre 2018 13:18 inviato da Pietro

    Certo c'è del bello nella creazione, però certe cose terribili come il cancro dei bambini uno da Dio non se le aspetterebbe. Che Dio sia ancora nell'età dello sviluppo, che attraversi un'adolescenza travagliata con qualche problema irrisolto rispetto al male della vita? Certe volte sembra che abbia bisogno di essere accudito ed ispirato moralmente da noi. Altre volte mi sembra un Dio incantato che dovremmo liberare noi da non so quale incantesimo. Ma come fanno tanti teologi e tanti credenti a semplificare tutto parlando di un Dio che sa sempre il fatto suo e che è tutto amore e compassione per noi?

    Rapporto

Lascia un commento

Copyright ©2012 brunovergani.it • Tutti i diritti riservati