BLOG DI BRUNO VERGANI

Radiografie appese a un filo, condivisione di un percorso artistico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 20 Aprile 2010 14:45

Illusioni ottiche

Scritto da  Bruno Vergani

 

Metà degli anni ’80, corro a Roma ad accogliere Margarita Rosa Fornieles Casado-Sastre de Alisàl la mia ex suocera che arriva da Buenos Aires. Meeting point: Grand Hotel Plaza in centro, una suocera che si chiama così dorme al Plaza. Son lì in attesa nella hall mi sento fuori posto e annoiato, ma la situazione cambia; osservo che dai piani superiori scende uno strano, così piccolo di statura che mi muove a compassione. Porta in mano dei faldoni che in proporzione alle sue dimensioni appaiono enormi e pesantissimi. D’istinto andrei ad aiutarlo. Sceso dalla scalinata si ferma e aspetta un grosso figuro coi capelli lunghi e grassi che lo segue a distanza. Lo riconosco subito è il Ministro del Lavoro. Si De Michelis Gianni.Parlottano poi il piccolo segue il Ministro ed io considero: ma guarda un po’... parlano così male di questo De Michelis e invece è uno che lontano dai riflettori aiuta gli sfortunati e sceglie come collaboratore proprio uno svantaggiato... chi l'avrebbe mai detto. Arriva la suocera e rimuovo il fatto. Ma ieri, dopo venticinque anni, improvviso colpo di flash: l’omino era Brunetta.Io ero molto ingenuo e lui per nulla svantaggiato.

Ultima modifica il Venerdì, 28 Ottobre 2011 23:55

3 commenti

  • Link al commento  bruno vergani moderatore Mercoledì, 21 Aprile 2010 13:35 inviato da bruno vergani moderatore

    rispondo a Marco.
    Hai ragione, tant’è che nel post racconto e faccio autocritica di un pregiudizio specifico: il pietismo.

    Rapporto
  • Link al commento  Gigi Mercoledì, 21 Aprile 2010 13:30 inviato da Gigi

    Bello! Mi piace.
    Gigi

    Rapporto
  • Link al commento  Marco Mercoledì, 21 Aprile 2010 11:00 inviato da Marco

    Premetto che non ho particolari simpatie per l'attuale ministro Brunetta. Ciò detto, trovo intollerabile questa insistenza nel ricondurre ogni considerazione sul personaggio alla sua particolare e sgraziata costituzione fisica. Seppure nessuno si azzardi a teorizzare che quelli come lui dovrebbero mantenersi nell'ombra, di fatto troppo spesso si ricorre a questa facile scorciatoia per ridicolizzare il malcapitato risparmiandosi la fatica di confutarne le ragioni. Mi dirà che lei ha solo raccontato un fatto ed esposto la sua riflessione a partire da esso, ed è vero, ma comunque mi rimane la sensazione che al fondo emerga un pregiudizio verso il diverso. Non è questione né di destra né di sinistra.
    Cordialmente.
    Marco

    Rapporto

Lascia un commento

Copyright ©2012 brunovergani.it • Tutti i diritti riservati